4: Labirinto – Dedalo l’artista totale

Dedalo: : architetto del Labirinto, fabbro, scultore, falegname, inventore

 

Δαιδάλλω – lavoro artisticamente, finemente; adorno con fina arte
Δαίδαλος/δαιδάλεος- scolpito, fregiato, ornato, anche variegato; statua; intelligente

In generale le parole connesse a Dedalo esprimono concetti di una grande arte legata alle statue e all’intarsio nella scultura; inerenti all’abilità umana, ad una intelligenza così fine da poter addirittura ingannare con scaltrezza.
Ecco cos’è rimasto di Dedalo: l’idea di abilità manuali ed intellettuali avanzatissime.

Dedalo, è ricordato come scultore già in Omero nell’Iliade

Poi vi sculse una danza a quella eguale
che ad Arïanna dalle belle trecce
nell’ampia Creta Dedalo compose.
Iliade Libro 18.590

Questo rende l’idea di quanto possano essere antiche le radici storiche di questo personaggio.

Addirittura oggi in storia dell’arte viene usato il termine “scultura dedalica” per descrivere un passaggio fondamentale nell’arte greca, cioè quando nel VII secolo a. C. si cominciano a scolpire a Creta statue di grandi dimensioni in calcare e marmo (spesso in legno). Questo tipo di scultura l’hanno chiamata “dedalica”dato che in questa arte Dedalo eccelleva e dato che era famoso per questo proprio a Creta.

In generale queste statue, rappresentavano figure (vedi la Kore di Nikandre del 750 a.C.) dette monumentali (nel senso che avevano dimensioni reali e anche di molto superiori) con atteggiamenti naturali detti anche “vitali”, molto simili alle statue egizie. Infatti si pensa che questa nuova arte sia derivata dagli scambi commerciali con l’oriente (soprattutto Egitto).


Nella tradizione precedente invece c’erano principalmente piccole figure legate agli ex voto (in bronzo ma anche in pietra e avorio) come i bronzetti sardi, quasi sempre guerrieri od offerenti, piccole figure che hanno una rappresentazione molto geometrica, non realistica, del corpo.

 

Riassumendo Dedalo fu:
1. Architetto:
• Costruì il famoso Labirinto a Cnosso: per alcuni il labirinto era semplicemente una leggenda dovuta alla complicata planimetria dei palazzi di Creta; per altri era un mosaico
• Costruì a Cuma, vicino a Napoli, un tempio ad Apollo col tetto d’oro ed in Sicilia fece molte altre opere
• Per Diodoro inventò i Nuraghi (Libro IV cap. XIV)
2. Inventore:
• Si dice avesse inventato il trapano e rivendicava di avere inventato la sega al posto di Talo
• Costruì delle ali di piume e cera con cui poté volare via da Creta insieme al figlio Icaro. Per altri invece fuggì con una barca ed inventò le vele.
3. Scultore:
• Scolpì a Pisa, una statua di Ercole così verosimile che quando Ercole la vide la scambiò per un nemico e la distrusse
4. Falegname:
• Costruì una vacca di legno così perfetta che il Toro bianco di Poseidone la prese per vera e la moglie di Minosse tramite essa si fece inseminare dal toro.
• A Cnosso come a Camico, in Sicilia, alla corte di Cocalo creava numerose bambole di legno
5. Fabbro:
• Come fabbro fu iniziato direttamente da Atena

2017-09-28T18:03:49+00:00